La parola ai partecipanti

Abbiamo raccolto le testimonianze di ragazze e ragazzi che hanno preso parte al progetto Partecipa Giovani

I TIROCINANTI DI FERRARA: LA PAROLA A MARTINA

A Ferrara sono tre i giovani che hanno partecipato al progetto svolgendo un tirocinio formativo presso i centri di aggregazione giovanili comunali. Conosciamoli più da vicino.
Hassan Samid, 29 anni, con laurea in scienze motorie  ha prestato servizio presso l’Urlo dove ha collaborato con la cooperativa Camelot per la gestione del centro e con  la cooperativa Il Germoglio per lo svolgimento delle attività quotidiane legate al doposcuola. Gialuca Feriori, 28 anni con diploma scientifico si è invece occupato dello studio di registrazione e della sala prove presso  il centro Sonika.

youngERcardInfine Martina Stevoli, 30 anni con laurea in giurisprudenza e una forte passione per l’ambito culturale ha svolto il suo tirocinio presso Area Giovani.  Raggiunta telefonicamente ecco cosa ci ha raccontato della sua esperienza formativa che si è anche trasformata in un’occupazione lavorativa. “Ho deciso di candidarmi  più di un anno fa al bando per tirocini promosso da Comune di Ferrara – ci dice Martina – perché  per me è importantissimo cogliere tutte le opportunità formative che possano arricchire le mie competenze in ambito culturale.” Martina è poi stata selezionata a fine 2014 per svolgere un tirocinio di sei mesi presso il centro d’aggregazione giovanile Area Giovani.  “Al mattino – ricorda – ho seguito il progetto della youngERcard: insieme agli operatori mi sono recata più volte presso le scuole superiori cittadine per presentare la carta regionale a ragazzi e ragazze e in due occasioni sono stata anche in trasferta sul territorio regionale col camper della youngERcard. Mi sono anche occupata dell’inserimento dei dati dei giovani che via via si iscrivevano al progetto: un lavoro di back office comunque gratificante avendo avuto l’opportunità di conoscere ragazzi e ragazze di persona nei vari momenti di promozione della youngERcard.”

Nel pomeriggio, invece, Martina ha affiancando gli educatori nelle varie attività aggregative promosse dal centro. “Inizialmente – ci dice – ho cercato di capire quali fossero le dinamiche, poi a poco a poco ho cercato di integrarmi, ritagliandomi un mio ruolo nei confronti dei ragazzi in modo da non sovrappormi al lavoro degli educatori già presenti da anni nel centro.” La capacità di Martina di arricchire l’offerta culturale del centro rapportandosi con entusiasmo nei confronti dei giovani frequentatori è stata così apprezzata tanto che a tirocinio finito le è stato proposto un contratto di lavoro. “ Attualmente lavoro ad Area Giovani per 9 ore settimanali: certo non è un lavoro definitivo, ma per me è un’occasione davvero importante per arricchire il mio bagaglio di competenze.” Martina ci rivela che in futuro le piacerebbe organizzare attività culturali per i giovani e quindi, ci spiega “questo lavoro all’interno del centro d’aggregazione è un’ottima opportunità per conoscere da vicino il mondo dei teenagers: i loro linguaggi, le loro passioni…”

 

I LABORATORI FORMATIVI: LA PAROLA A ELISA E MARCO

loc_arti e mestieri_2015

Elisa Cazzola 25 anni di Formignana e Marco Ori di 27 anni di Copparo, entrambi laureati in lingue, sono entusiasti dei corsi di formazione gratuiti in ambito creativo promossi dall’Unione Terre e Fiumi tant’è che hanno partecipato a tutte e due le edizioni di “Le arti nei mestieri, i mestieri nelle arti”.

“Nel 2014 – ci dice Elisa – ho frequentato il corso dedicato alla comunicazione in pubblico e l’ho trovato utilissimo. Il docente Davide Pedriali ci ha dato consigli pratici sul modo di gestire al meglio un colloquio di lavoro e su come esporre in modo chiaro e incisivo un nostro progetto, una nostra idea.” Dello stesso parere anche Marco che ha seguito lo stesso corso “Il docente ci ha presentato tecniche per il controllo dell’ansia, ci ha illustrato come si possa controllare il linguaggio del corpo proponendoci anche nell’ultimo incontro una simulazione di colloquio.”  Entrambi sottolineano poi come il corso sia stato un’importante occasione di socializzazione tra giovani che condividono gli stessi interessi “ Tra noi partecipanti – ricorda Elisa – abbiamo creato un gruppo di lettura sui social e siamo anche riusciti a incontrarci di persona 2-3 volte.”

Per quanto riguarda i corsi del 2015 Elisa ha frequentato il workshop fotografico, mentre Marco ha seguito il laboratorio MondoBlog “perché – ci dice – mi piace molto scrivere e ho pensato che il corso fosse una bella occasione per approfondire le mie competenze sulla scrittura al tempo del web. E in effetti la docente, Manuela Marchina, è riuscita a mixare aspetti più teorici sui blog con parti più pratiche fino ad arrivare nell’ultima lezione ad aprire un blog per ciascun partecipante.”  In merito a future prospettive lavorative Marco ci confida che gli piacerebbe proprio trovare un’occupazione in ambito culturale “e credo che questo laboratorio Mondo Blog sia un’esperienza in più che possa aiutarmi nel mio percorso di formazione.”

(AM)

Tag:

Leave a Reply

*