PartecipaGiovani

Tirocini formativi per giovani in ambito culturale attivati dal Comune di Ferrara presso i 3 centri d’aggregazione giovanili comunali. Corsi di formazione in discipline artistiche organizzati per ragazze e ragazzi dai 14 ai 29 anni dal Comune di Copparo in qualità di capofila dell’Unione Terre e Fiumi. Queste in sintesi le attività del progetto PartecipaGiovani cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna col bando di Legge 14/2008. A promuoverlo è il distretto ferrarese Centro Nord che si è posto l’obiettivo di favorire l’occupabilità giovanile e la formazione mirata a scelte professionali attraverso i linguaggi creativi.

Vediamo ora nel dettaglio come si è articolato il progetto che, partito a novembre 2013 si concluderà tra poche settimane, a fine 2015.

I tirocini formativi attivati a Ferrara

L’attivazione dei percorsi formativi di orientamento finalizzati al sostegno dell’occupazione giovanile  in ambito culturale, settore dello “sviluppo dei centri e degli spazi di aggregazione giovanile”,  è la continuità del progetto  2013 (sempre  finanziato dalla RER con la Legge 14), che ha visto l’attivazione di 8 tirocini (periodo 02/12/20213- 31/05/2014 )  nei 4 centri di aggregazione: AreaGiovani, Magazzini Generali, Sonika, Urlo.

giovani_ferraraAREAGIOVANIA fine 2014, il Comune di Ferrara ha attivato ulteriori tre tirocini formativi per tre giovani inoccupati inserendoli all’interno dei centri di aggregazione giovanile comunali Sonika, Urlo e Area Giovani per il periodo dal  03/11/2014  al  30/04/ 2014.  Qui i tre tirocinanti, Gianluca e Hassan di 28 e 29 anni e Martina, giovane trentenne, hanno affiancato gli educatori nella realizzazione delle varie attività aggregative e delle specifiche progettualità attivate in ogni centro: dalla gestione dello studio di registrazione e della sala prove a Sonika alla realizzazione del doposcuola all’Urlo al supporto operativo dei progetti “I like” e “youngERcard” ad Area Giovani.

In pratica si è trattato di un percorso che da un lato ha offerto un’opportunità formativa a tre giovani in ambito aggregativo e culturale e che dall’altro ha permesso di potenziare le attività dei centri giovanili a vantaggio di tutti i giovani della città. “La scelta dell’inserimento dei tirocinanti nell’ambito dei centri culturali ed artistici della città – ci spiega la Dott.ssa Lara Sitti Dirigente delle Politiche Giovanili – mira  a perseguire significativi miglioramenti dei servizi offerti alla popolazione giovanile e a sostenere attività tese allo sviluppo e alla gestione di spazi dedicati all’aggregazione giovanile.” Naturalmente l’obiettivo principale del progetto rimane quello di agevolare la formazione, le scelte professionali e l’inserimento lavorativo dei giovani. A tal proposito si segnala che per una dei tre tirocinanti, Martina, l’esperienza formativa si è trasformata in un’opportunità lavorativa: attualmente ha un contratto per 9 ore settimanali presso il centro Area Giovani (si veda la sua testimonianza nell’articolo La parola ai partecipanti).

I laboratori promossi dall’Unione Terre e Fiumi

leartineimestieriFotografia, musica, teatro, blog: questi i linguaggi creativi al centro dei laboratori formativi per ragazze e ragazzi dal 14 ai 29 anni promossi dal Comune di Copparo in qualità di capofila dell’Unione Terre e Fiumi. Titolo dell’iniziativa, giunta quest’anno alla seconda edizione, “Le arti nei mestieri, i mestieri nelle arti” il tutto naturalmente declinato sul fronte del multimediale. “Abbiamo voluto offrire l’occasione ai giovani del nostro territorio – ci spiega Laura Ori, referente del progetto  – di acquisire competenze in ambito creativo al tempo del web 2.0 perché le loro passioni possano un domani trasformarsi in opportunità lavorative.”

In continuità con la prima edizione, nel corso del 2015 sono stati attivati quattro i laboratori sui nuovi mestieri artistici: un corso professionale di Digital Jockey, versione 2.0 del classico Disc Jockey; un corso per aspiranti blogger che in 6 lezioni ha offerto una panoramica sul mondo della scrittura online e del giornalismo al tempo di internet arrivando nell’ultimo incontro all’apertura di un blog; un workshop di fotografia digitale col noto fotografo  Mustafa Sabbagh e un corso di comunicazione in pubblico che con tecniche teatrali offre ai giovani l’opportunità di migliorare la propria capacità di parlare in pubblico.

L’iniziativa, sia nella prima che la seconda edizione, ha riscosso un buon successo tra i giovani del territorio – afferma con soddisfazione la referente Laura Ori – tanto che alcuni di loro hanno partecipato ai laboratori sia nel 2014 che nel 2015. Ciò dimostra un chiaro interesse da parte dei giovani ad acquisire competenze trasversali in ambito culturale  utili sia per un arricchimento personale che poi spendibili in futuro a livello professionale.” A confermarcelo sono anche i due giovani Marco Ori ed Elisa Cazzola che abbiamo intervistato i quali sottolineano anche un altro aspetto significativo del progetto: il fatto di aver messo in rete sul territorio ragazzi e ragazze che condividono le stesse passioni in ambito culturale (si veda la loro testimonianza nell’articolo La parola ai partecipanti).

Infine da non sottovalutare è anche la valenza del protagonismo giovanile legata al progetto. I giovani partecipanti ai laboratori hanno infatti avuto l’opportunità di mostrare all’intera collettività le competenze acquisite. “Lo scorso anno – ricorda la referente Laura Ori – abbiamo organizzato una mostra nella galleria d’arte cittadina con le immagini realizzate dai giovani che hanno seguito il corso sull’albo illustrato, mentre i ragazzi del corso di DJ si sono esibiti a turno all’interno del tradizionale ‘Settembre copparese.”

Ad oggi i partecipanti all’edizione 2015 sono più di una trentina, a cui si aggiungeranno i frequentatori del corso “parlare in pubblico” che partirà nelle prossime settimane.

(AM)

Approfondimenti

La presentazione del centro giovanile Area Giovani
La pagina Fb di Area GiovaniIl sito di “Sonika”
La pagina Fb di Sonika
la presentazione del centro giovanile “L’Urlo”
La locandina dell’iniziativa “Le arti nei mestieri, i mestieri nelle arti”

Tag:

One Comment

  1. Cristina
    feb 19, 2016 @ 17:28:08

    Salve, vorrei sapere se esistono progetti simili anche a Bologna e a chi rivolgersi. Grazie

    Reply

Leave a Reply

*