youngERcard: Estate al Campo

Essere di supporto ai genitori nel periodo estivo e al contempo offrire l’opportunità ai bambini di sperimentare varie discipline sportive. Queste le finalità del progetto “Estate al campo”, il centro estivo ricreativo promosso a Sala Bolognese dall’associazione Sala Presente in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Un progetto che ha il suo fulcro nell’attività di volontariato svolta da otto giovani animatori e collegata al percorso della youngERcard.
Per saperne di più abbiamo incontrato la Presidente dell’Associazione Sala Presente e due giovani animatrici.

Il progetto

estate_al_campo“Estate al campo – ci spiega Rosa Maria Casilli, presidente dell’Associazione Sala Presente –  è un’iniziativa nata per rispondere a un’esigenza della nostra comunità: quella di tenere impegnati con attività sportive, ludiche e ricreative i bambini durante le vacanze estive mentre i genitori sono al lavoro.” E così da tre anni tra la fine di giugno e l’inizio di luglio il campo sportivo di Sala Bolognese si trasforma in un centro ricreativo ospitando dal mattino al tardo pomeriggio decine e decine di bambini della scuola primaria. “Proponiamo loro, grazie al coinvolgimento di allenatori qualificati, attività sportive – calcio, mini volley, karate, mini-basket, tennis, arrampicata, equitazione, ju jitzu, nuoto, football americano, rugby – e anche attività laboratoriali e giochi di gruppo”.

Il ruolo dei giovani della youngERcard

estatealcampo_2015 “Fondamentale per il nostro progetto – precisa Rosa Maria Casilli – è il ruolo svolto dagli animatori che seguono i bambini durante tutto l’arco della giornata: ciascun giovane volontario ha l’incarico di affiancare l’allenatore durante l’attività sportiva svolta al mattino e di intrattenere i bambini nel pomeriggio con iniziative ludiche e ricreative”. Ma non è tutto: gli animatori non si occupano solo della gestione operativa del centro estivo, ma sono coinvolti anche nella fase organizzativa. “Come associazione diamo voce ai nostri giovani animatori ascoltando le loro proposte perché si sentano parte attiva del progetto Estate al campo. In più chiediamo loro di fare da tutor ai ragazzi di terza media perché imparino a gestire i gruppi di bambini affinché possano nelle prossime edizioni diventare a loro volta animatori”.
Quest’anno i giovani volontari coinvolti in Estate al campo sono stati otto: si tratta di ragazzi e ragazze di Sala Bolognese che frequentano le scuole secondarie o l’università e che hanno dato la loro disponibilità a impegnarsi con serietà in questo progetto di volontariato collegato alla youngERcard. “Senza di loro – conclude Rosa Maria Casilli – sarebbe impossibile organizzare Estate al campo perché le forze di noi adulti dell’Associazione non sono sufficienti”.

La parola a due volontarie

Valentina ha 20 anni, frequenta il 2° anno di scienze biologiche e partecipa al progetto Estate al campo fin dalla prima edizione. “Mi sono appassionata a questa iniziativa di volontariato – ci dice – perché mi piace stare coi bambini e credo sia importante dare loro l’opportunità di sperimentare varie attività sportive”.
Della stessa opinione anche un’altra animatrice, Alessia,  he frequenta la quinta superiore. “Sono contenta di poter dare il mio contributo a un progetto pensato per i bambini che altrimenti d’estate a casa si annoierebbero…”
Entrambe non nascondono che le due settimane di Estate al campo sono impegnativ. “Noi animatori siamo impegnati dal mattino presto fino al tardo pomeriggio, però ne vale la pena! E’ proprio una bella soddisfazione quando, durante la festa finale, i genitori dei bambini ci ringraziano per esserci presi cura dei loro figli”.
E un ringraziamento per l’impegno di questi giovani a favore della comunità è arrivato anche dall’Amministrazione Comunale. “Lo scorso anno come premio collegato alle ore di volontariato della youngERcard abbiamo ricevuto una cesta di prodotti equo e solidali che ci è stata consegnata durante il consiglio comunale”.
Impegno, responsabilità, ma anche divertimento e spirito di squadra. “Tra noi animatori – ci dicono – si respira un bel clima, riusciamo a fare gruppo nonostante le differenze d’età e ci divertiamo”.
Altro aspetto clou del progetto è il rapporto con gli adulti dell’associazione Sala Presente. “Già dalla primavera – ricorda Alessia – iniziamo a incontrarci per pianificare l’attività estiva e noi ragazzi veniamo molto coinvolti: durante le riunioni chiedono il nostro parere, ascoltano le nostre proposte… Ci sentiamo proprio parte attiva del progetto”.

(AM)

Approfondimenti

Il sito di youngERcard
Il sito dell’Associazione Sala Presente

Tag:

Leave a Reply

*