Nella Romagna Faentina al via il Forum dei Giovani

forum-giovani_large L’Unione della Romagna Faentina, che comprende i Comuni di Faenza, Castel Bolognese, Solarolo, Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme, mette al centro le giovani generazioni del territorio: col Forum dei Giovani che ha promosso vuole ascoltare i loro bisogni e promuovere la co-progettazione di attività e iniziative, favorendo un network tra le associazioni giovanili e gli amministratori locali. Tutto ciò all’interno del progetto Scelgo quindi sono co-finanziato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Emilia-Romagna con il bando di Legge 14/2008.

concerto_SolarRockFestival

concerto Solar Rock Festival

Il primo incontro del Forum dei Giovani si è svolto lo scorso 28 aprile e ha visto la partecipazione di una trentina di giovani. A essere rappresentate erano quasi tutte le associazioni giovanili dei 6 Comuni dell’Unione: da Clips Rag & Rock di Riolo Terme che organizza lo storico festival Frogstock (il festival musicale più longevo dell’Emilia-Romagna), all’associazione Undersound  di Castel Bolognese che promuove il Castello Music Fest, dai Tamburini medioevali di Brisighella ai Musicattivi di Solarolo dagli Scout di Faenza e di Riolo all’associazione Porto Franko, dalla Caritas giovanile di Faenza alla Casa della musica di Faenza.

Noi della YoungERnews, dopo la segnalazione di questo primo incontro, abbiamo preso contatti coi referenti locali per saperne di più. Abbiamo parlato con Matteo Robbia, della Cooperativa ZeroCento e facilitatore del progetto, abbiamo intervistato il Sindaco di Solarolo Fabio Anconelli, referente delle politiche giovanili dell’Unione della Romagna Faentina, e abbiamo raccolto i commenti di due associazioni giovanili presenti all’incontro.

Gli obiettivi del Forum dei Giovani

Matteo Robbia, facilitatore del progetto, ci ha spiegato che l’intento del Forum dei giovani è quello di “creare uno spazio di incontro e confronto fra le amministrazioni dell’Unione e i giovani residenti o domiciliati sul territorio e di età compresa fra i 15 ei 35 anni, che possa permettere un costruttivo scambio di idee progettuali, esigenze e proposte, con l’intento di dare vita da un lato ad azioni di politiche giovanili sempre più ‘centrate’ sulle richieste, sui bisogni e sui desideri di questa fascia d’età, e dall’altro favorire e promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva dei giovani stessi.” “Inoltre –  prosegue – si intende avviare una realtà che faciliti lo scambio di conoscenze, opportunità e competenze per le realtà giovanili presenti sul territorio.”

L’Unione della Romagna Faentina mette al centro i suoi giovani

volontari_Frogstock_festival

i volontari di “Clips Rag & Rock”

Il Sindaco di Solarolo Fabio Anconelli, referente delle politiche giovanili dell’Unione della Romagna Faentina, ha tenuto a sottolineare come il Forum dei Giovani appena attivato sia una scommessa importante per l’Unione. “Costruire delle politiche che offrano risposte ai reali bisogni dei giovani di un territorio non è semplice soprattutto se gli amministratori non hanno tra i loro interlocutori una rappresentanza adeguata e diretta di questo importante fetta di popolazione.
Da qui il bisogno di darci uno spazio, da costruire insieme, che coinvolga i “soggetti” delle nostre azioni per confrontarci e verificare se ciò che facciamo è in linea con il sentire dei nostri ragazzi. Speriamo che dalle prossime tappe del forum possano venire suggerimenti per il miglioramento costante delle azioni che stiamo già concretizzando, ma anche stimoli e proposte per nuove iniziative.” “Siamo consapevoli – conclude – che spesso le giovani generazioni sono diffidenti verso il mondo dell’amministrare “la cosa pubblica” e da parte nostra ce la metteremo tutta con il dialogo e con l’ascolto, reale ed attento, per superare questo “sospetto latente” a arrivare, magari, a “co-progettare” insieme attività o iniziative.”

La voce delle associazioni giovanili

musicattiviEnrico, membro di Consiglio direttivo dell’associazione Musicattivi di Solarolo, ha partecipato al primo incontro del Forum dei Giovani e ritiene che questo tavolo di lavoro “sia un’ottima opportunità per mettere in rete le varie realtà del nostro territorio e fornire aiuto reciproco sotto ogni aspetto: burocrazia, pubblicità, attrezzature, diluizione dei costi, assistenza a futuri gruppi che vogliono costituirsi in associazioni ecc. Può essere una base di partenza per la partecipazione a bandi e alla creazione di progetti comuni.”

Frogstock Festival

Frogstock Festival

Un po’ più dubbiosa è Melania Tigrini, presidente dell’associazione Clips Rag & Rock che promuove il festival Frogstock e che riunisce più di 200 soci accomunati da una grande passione per la musica vista come strumento per favorire l’ aggregazione giovanile. “Come associazione – afferma –  crediamo che Il Forum dei Giovani sia interessante l’opportunità di creare un network tra le diverse realtà territoriali e gli amministratori, ma non nascondiamo che nutriamo alcuni dubbi sulla scelta del forum come strumento di connessione. Il forum, come lo pensiamo noi, è uno strumento che richiede tempo e costanza mentre crediamo che le associazioni desiderino uno strumento snello e dinamico per interloquire tra loro e con i referenti del territorio.” Tuttavia ci assicura che l’associazione continuerà a partecipare ai prossimi incontri del Forum per creare e consolidare la rete con le altre associazioni “ma soprattutto – precisa –
per chiarire gli obiettivi del Forum stesso.”

(AM @alemariotti)

Approfondimenti

Il sito dell’Unione della Romagna Faentina
Il sito dell’Associazione “Musicattivi”
La locandina del Forum dei Giovani
La pagina Fb del Frogstock festival
La pagina Fb dei Musicattivi
La pagina Fb di Castello Music Fest
L’articolo della YoungERnews dedicato al progetto ”Scelgo quindi sono”

 

 

Tag:

Leave a Reply

*